La mia scatola

di Giulio

Troppo stanco per il tornio e anche per il compasso,

cercavo un modo per avere un contatto,

e un’immagine diversa da quella di un sasso.

Ero come un piccione viaggiatore che portava un messaggio alla mia carovana piena zeppa di oro,

ma mi accorsi di stare meglio fuori che dentro al treno.

Incominciai la mia vita fuori e dentro di me in un istante: alti e bassi, rumori e silenzi,

ma mi trovavo bene anche dentro questa scatola.

La mia scatola è un oggetto pronto per essere riempito. La riempio di tante cose, ci metto anche la mia situazione che va migliorando sempre più, il tempo che passa anche per me. Ho una storia da raccontare che è il percorso della mia guarigione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...